Vaccino Covid-19: il rischio di trombosi è aumentato dall’uso di pillola contraccettiva o dalle terapie di PMA?

da | Lug 15, 2021

Amo essere pratico. Non mi piacciono le cose non dette chiaramente. Vado, quindi, subito alle conclusioni. Allo stato attuale delle nostre conoscenze non vi è alcuna controindicazione a vaccinare contro il COVID19 chi usa la pillola contraccettiva (o che faccia una terapia ormonale sostitutiva in menopausa). 

Vaccino covid 19 e pillola contraccettiva

Le terapie di stimolazione ormonale usate nella PMA presentano un rischio simile alle donne che assumono la pillola e, per le mie attuali conoscenze, non vi è ragione di sospendere/posticipare la vaccinazione nelle pazienti che stanno effettuando terapie di PMA. È opportuno, ove possibile, evitare i rischi di iperstimolazione ovarica (soprattutto per l’emoconcentrazione che provoca e la ridotta mobilità della paziente) e, se e dove fosse possibile, prediligere le terapie ormonali transdermiche piuttosto che quelle ad assunzione orale. 

Vi è comunque una indicazione a proporre attivamente il vaccino a chi cerca una gravidanza.

Se volete approfondire l’argomento vi è un documento (https://www.aogoi.it/media/7702/comunicato-sigo-aogoi-agui-22-marzo-2021-min.pdf), molto chiaro, che qui riassumo, emesso dalle maggiori associazioni di ginecologi italiani: 

Tutto quello che sappiamo sulla possibile correlazione fra aumenti di trombosi post vaccino Covid-19 in caso di assunzione di pillole contraccettive

  • Non vi sono dati di letteratura che mostri non aumentato rischio trombotico nella popolazione sottoposta a vaccinazioni anti COVID19, rispetto alla popolazione generale. Questo anche per il sottogruppo di pazienti vaccinate con il l vaccino Astra Zeneca.
  • Non vi è alcuna controindicazione alla vaccinazione anti covid-19 in chi usa terapia ormonale sostitutiva o pillola
  • Non vie è ragione di effettuare terapie preliminari antitrombotiche in chi viene sottoposto a vaccinazione (per esempio aspirina a basso dosaggio o eparina a basso peso molecolare). 
  • Non viene indicazione a eseguire indagini genetiche per valutare il rischio di trombosi in chi assume la pillola e viene sottoposta a vaccinazione anti covid19.
  • Nelle donne non gravide, a rischio trombotico aumentato, non vi è alcuna evidenza che la vaccinazione aumenti il loro rischio. 
  • Nelle donne gravide, a rischio trombotico elevato, che eseguono profilassi antitrombotica personalizzata, non vi è controindicazione alla vaccinazione anti covid19.