MACS

DEGLI SPERMATOZOI

MAGNETICA

SELEZIONE

MACS : selezione degli spermatozoi con DNA non frammentato

E’ oramai dimostrato da molti studi che giudicare un esame seminale solo dai parametri che normalmente vengono studiati, quali numero/motilità/morfologia, non “dice tutto” su quel seminale. Quello che noi vorremmo sapere è anche se il DNA, che quegli spermatozoi trasportano e che dovranno “unire” al DNA dell’ovocita, sia un DNA integro e non già frammentato, e quindi inutilizzabile. E’ stato infatti visto infatti che spermatozoi apparentemente “normali” hanno già cominciato dei fenomeni premortali tra i quali, appunto, la frammentazione del filamento di DNA.

La tecnica MACS® consiste nell’uso di piccole “palline” che aderiscono ad una proteina (Annessina V) presente sulla superficie degli spermatozoi che hanno già cominciato i fenomeni premortali (apoptotici). Questi spermatozoi, all’apparenza normali, ma marcati da queste “palline”, a contatto con una colonna dotata di un micro campo magnetico, vengono separati quindi da quelli sani. Questi ultimi, quindi, potranno essere usati per le tecniche di PMA (ICSI, oppure crioconservazione).

Questa selezione, quindi, a differenza della IMSI, permette una selezione non morfologica, cioè sull’aspetto dello spermatozoo, ma una selezione funzionale, basata cioè direttamente sulla presenza o meno di una proteina. Bisogna inoltre ricordare che è molto difficile (e poco ripetibile) analizzare il livello di frammentazione del DNA degli spermatozoi, nonché trovare una terapia efficace per diminuire questo livello di frammentazione. La MACS®, invece, dovrebbe selezionarci direttamente un “pool” di spermatozoi con un DNA integro

Bisogna comunque ricordare che questa tecnica è una tecnica sperimentale la cui utilità non è stata ancora del tutto dimostrata dagli articoli scientifici (si è comunque mostrata efficace specialmente nella riduzione dell’abortività). Per questo di solito da noi viene riservata ai casi di ripetuti fallimenti.

Volete un parere veloce?PARLA CON NOI